sabato 27 maggio 2017

Bagno di Romagna e Verghereto, ciclisti sulle strade del Giro








Oggi ho fatto il giro del Fumaiolo partendo da Bagno di Romagna, ripercorrendo l'anello finale del circuito della tappa del Giro d'Italia del 17 maggio. Frequento queste strade in bicicletta da 30 anni, non avevo mai visto tanti ciclisti lungo la salita di Verghereto, le Balze e Monte Fumaiolo, come nelle ultime settimane. Se il Passo della Calla e il Carnaio erano da tempo fruiti dai cicloamatori, Verghereto e Fumaiolo erano perlopiù strade utilizzate dai cicloamatori locali. Il Giro d'Italia le ha fatte conoscere in tutto il mondo e già ora si vedono molti più ciclisti, solo oggi ne avrò incontrati un centinaio, alcuni provenienti da Arezzo, altri da Rimini, vari stranieri, tutti che volevano salire sulle strade del Giro e farsi una foto sul valico di Monte Fumaiolo.
E' il momento di fare il salto di qualità, offrendo ai cicloturisti quei servizi che loro cercano e che possono farci diventare uno dei territori più appetibili per questa importante fetta di mercato.

venerdì 26 maggio 2017

In MTB nel Parco Nazionale Foreste Casentinesi: Borbotto - Piancancelli

Magnifico tratto di pista forestale che rappresenta un segmento di uno dei 20 itinerari ad anello per Mountain Bike del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna: si passa dalla Toscana alla Romagna, ai piedi di Monte Falterona e Monte Falco, le vette del Parco.

mercoledì 24 maggio 2017

Eventi nel Parco nazionale Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna dal 25 al 28 maggio


Gli eventi nel Parco di questa settimana:
- giovedì 25 maggio: i popoli del Parco presentazione del documentario “Lassù dove spiccano i baleni”, Soci (AR),
- sabato 27 maggio: escursioni con gli asinelli, Campolombardo-Pratovecchio;
- sabato 27 maggio: passeggiata a cavallo al Curvone, San Benedetto in Alpe;
- sabato 27 maggio: presentazione progetto I popoli del Parco, Bagno di Romagna;
- sabato 27 maggio: E-mobility, Ridracoli;
- sabato 27 maggio: il lago di Ridracoli in canoa;
- sabato 27 maggio: escursioni guidate in battello elettrico, Ridracoli;
- sabato 27 maggio: mostra fotografica Orchidee spontanee di Romagna, Santa Sofia;
- domenica 28 maggio: battesimo della sella presso maneggio Rio Destro, San Benedetto in Alpe;
- domenica 28 maggio: escursione alle cascate dell’Acquacheta, San Benedetto in Alpe;
- domenica 28 maggio: mostra fotografica Orchidee spontanee di Romagna, Santa Sofia;
- domenica 28 maggio: annuale festa del Giardino botanico di Valbonella, Corniolo;
- domenica 28 maggio: escursioni con gli asinelli, Campolombardo-Pratovecchio;
- domenica 28 maggio: foreste incantate per imparare a sognare, Campigna;
- domenica 28 maggio: pic-nic alla Foresta della Lama, Ridracoli;
- domenica 28 maggio: escursioni in canoa sul lago, Ridracoli;
- domenica 28 maggio: escursioni in battello elettrico sul lago, Ridracoli;
- domenica 28 maggio: al Lago degli Idoli e a Capodarno con ausilio delle 4 ruote, Stia,
- domenica 28 maggio: nel cuore del parco nazionale, la Foresta incantata della Lama;
- domenica 28 maggio: escursione sensoriale suoni d’acqua, San Benedetto in Alpe.


Per maggiori info visitate www.parcoforestecasentinesi.it sezione eventi.

martedì 23 maggio 2017

Big trouts di Romagna, a Premilcuore

Servizio TV andato in onda sulle reti Sky (Fishing TV) relativo alla pesca nel fiume Rabbi a Premilcuore (FC). Il pesce pescato, in un'area fuori Parco nazionale, è stato rilasciato.

Ps. non sono un pescatore né, tantomeno, un esperto di pesca (aggiungo: non mangio pesce). Il servizio TV è ben fatto e valorizza uno degli splendidi fiumi del Parco nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna, con cui i cittadini locali e non, hanno un rapporto speciale, non solo legato alla pesca ma, in generale, alla sua fruizione consapevole.

lunedì 22 maggio 2017

Campigna, sulle strade del Giro d'Italia





(Corniolo)

Sono salito in bicicletta al Passo della Calla, una strada che conosco molto bene facendola spesso per lavoro e in bici. Nonostante li conosca molto bene, questi luoghi mi affascinano sempre.
Ho riguardato nei giorni scorsi le splendide immagini in alta definizione andate in onda su Eurosport in mondovisione, in 194 paesi hanno potuto vedere l'incredibile bellezza del nostro Parco nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna.
Il Giro d'Italia ha veicolato in tutto il mondo le immagini del nostro Parco, dei nostri paesi e del nostro Appennino.

(Santa Sofia)

Un grande comune dell’Appennino Romagnolo


E’ passato il Giro d’Italia, resta il grande entusiasmo di una “comunità di territori” che ha dato il meglio di sé e che ha dimostrato di sapere dare tanto ai propri paesi. Una comunità di cittadini più viva che mai, che dimostra ancora una volta che l’unione fa la forza e che questo è un territorio che non divide ma unisce. 
Siamo una grande comunità dell’Appennino romagnolo, condividiamo valori, storia, luoghi di un’immane bellezza. Condividiamo la genuinità di gente semplice che ama i propri paesi, i propri monti, i propri fiumi, tutto ciò che di bello qua si respira: cordialità, ospitalità, simpatia ma anche innovazione, lavoro, arte e conoscenza. Condividiamo tante cose e probabilmente è venuto il momento di unirci, non solo simbolicamente. Sarebbe una sfida vincente: un grande comune dell’Appennino romagnolo con Bagno di Romagna, Santa Sofia, Verghereto (e, magari, altri che vorrebbero o potrebbero starci). Un comune che avrebbe al suo interno valori naturalistici unici: un terzo del territorio del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, la totalità del bacino imbrifero di Ridracoli, la totalità della Riserva Integrale di Sassofratino candidata a diventare Patrimonio UNESCO, le pregiate Terme di Bagno di Romagna, le stazioni montane di Campigna e Monte Fumaiolo, le sorgenti del “Fiume Tevere, sacro ai destini di Roma”, un tessuto produttivo importante nelle alte Valli del Savio e del Bidente, scuole, arte cultura e molto altro. 
Siamo un grande territorio che se vuole diventare ancora più grande e competitivo dovrebbe unirsi formalmente: un grande comune dell’Appennino Romagnolo per una grande comunità che guarda al futuro.